Cesare Zonca e la sua bottega

Catalogo delle Opere

https://sites.google.com/a/imagovocis.org/editions/Books/Cesare%20Zonca%20e%20la%20sua%20bottega.pdf?attredirects=0

Giuliana Speziali

    La scultura lignea policroma, l’intaglio e l’intarsio, che fino a tutto il Rinascimento venivano apprezzati alla pari della scultura del marmo e del bronzo, perdono gradualmente nel tempo l’alta stima di cui godevano e finiscono con l’essere considerati semplice artigianato o al più arte popolare.

    Gli studiosi si disinteressano di cori, cattedre, bancali e ignorano il valore storico e l’eredità culturale di cui questi arredi erano portatori.

    Si arriva così a dimenticare gli artisti che praticavano l’arte della lavorazione del legno, anche quando i loro lavori erano di notevole qualità.

    Cesare Zonca è uno di questi artisti: anche se ha arredato palazzi e chiese importanti con opere in cui si riconosce un’abile mano, è ormai difficile rintracciarne il ricordo e la produzione.

    [...]

    Questa terza edizione [...] si è resa necessaria per accogliere le segnalazioni sopraggiunte in questi ultimi anni. L’indagine non può tuttavia considerarsi conclusa, perché sul patrimonio che gli artisti Zonca ci hanno lasciato c’è ancora molto da scoprire. È pertanto auspicabile che altri studiosi vogliano riprendere questa ricerca, in particolare quando saranno pienamente accessibili gli Archivi Beni Culturali delle altre Diocesi italiane.

  • Scarica il libro in formato PDF   
    https://sites.google.com/a/imagovocis.org/editions/Books/Cesare%20Zonca%20e%20la%20sua%20bottega.pdf?attredirects=0&d=1
  • Scarica la Galleria Fotografica in formato PDF    http://imagovocis.org/Documents/Zonca/Galleria%20Immagini.pdf





Angelo Virgilio Vavassori

Arte e devozione nell'opera di uno scultore del Novecento


https://sites.google.com/a/imagovocis.org/editions/Books/Vavassori.pdf?attredirects=0

Giuliana Speziali e Angelo Pesenti

    Con questo volume si conclude un trittico dedicato ad artisti nati ad Albegno e Treviolo tra il XVII e il XX secolo che, nonostante le loro capacità, sono rimasti per lo più sconosciuti anche agli studiosi.

    Il lavoro di ricerca da noi compiuto a partire dai primi anni del 2000 ha per-messo di avere una conoscenza più approfondita delle opere di Giacomo e Candido Micheli, architetti e capimastri che hanno operato in molte parrocchie bergamasche con la costruzione di chiese e campanili, rivaleggiando con il più celebrato Giovan Battista Caniana, architetto di Romano di Lombardia; dello scultore Cesare Zonca, del quale molte opere sono state attribuite alla bottega dei famosi Fantoni di Rovetta e che ha portato alto il nome di Treviolo anche fuori dalla terra lombarda; infine, dello scultore Angelo Virgilio Vavassori, che ha mosso i primi passi proprio nella bottega degli Zonca.

    [...]

        Grazie al materiale fornitoci dal figlio professor Azelio, alla paziente ricerca negli archivi e nel patrimonio di tante parrocchie, non solo della diocesi di Bergamo ma anche di altre zone della Lombardia, si è riusciti a compilare il catalogo di gran parte delle opere, presente in questo volume insieme ad alcune notizie biografiche. 

  • Scarica il libro in formato PDF   https://sites.google.com/a/imagovocis.org/editions/Books/Vavassori.pdf?attredirects=0&d=1





Gli Autori




  

Giuliana Speziali

   Nata a Sondrio il 28 novembre 1939, dopo aver conseguito il diploma di maturità classica e quello di Assistente sociale, ha lavorato dapprima in un Ente parastatale e poi in un’Unità Sanitaria Locale come dirigente dei Servizi Sociali.

    Da sempre appassionata all'arte, ha frequentato contestualmente i corsi di abilitazione all’attività didattica presso l'Accademia Carrara, il Civico Museo Archeologico e la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, dove si è dedicata in particolare ai pubblici speciali, quali i disabili fisici, psichici e psichiatrici.

Ha collaborato alle pubblicazioni Lorenzo Lotto a Bergamo (1998), Itinerari del Rinascimento in Bergamo e Provincia (2001), I Baschenis (2004), I musei (2004), Pareti dipinte (2005), I cicli pittorici (2007) edite dalla Provincia di Bergamo, settore Cultura & Turismo e al libro Storie dipinte nella Chiesa di S. Bernardino in Lallio (2004).

    Per il Comune di Treviolo ha indagato la produzione artistica di Giacomo e Candido Micheli, architetti e capimastri di Albegno e degli scultori Cesare Zonca e Angelo Virgilio Vavassori, sui quali ha scritto due libri con Angelo Pesenti, oltre a Cesare Zonca e la sua bottega. Catalogo delle opere (2016).




  

Angelo Pesenti

   Nato a Bergamo il 22 marzo 1946, consegue la maturità tecnica in chimica industriale e nel 1995 la laurea in Pedagogia con indirizzo storico presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

    Ricercatore di storia locale, a partire dal 1998 ha curato le seguenti pubblicazioni: Treviolo la comunità di San Giorgio Martire dalle origini al 2000 (1998); Roncola di Treviolo da Contrada a Parrocchia (1999); Curnasco, Albegno, Treviolo, Roncola, quattro comunità un comune (2002); San Giorgio martire nel XVII centenario del martirio (2003); La settecentesca canonica di San Giorgio in Treviolo, la parte storica (2003); Osio Sopra e la sua identità attraverso le immagini di ieri e di oggi (2004); per il gruppo A.N.A. di Treviolo: 1955-2005, cinquant’anni di vita alpina a Treviolo (2005); Credaro la sua storia, la sua gente (2008); Nella vigna del Signore (2009, in collaborazione con mons. Gaetano Bonicelli); Santa Maria ad Elisabetta del Bosco del Perello 1413-2013 (2013); 60 anni di vita alpina a Bonate Sopra 1956 – 2016 (2016).

    In collaborazione con Giuliana Speziali ha scritto: Cesare Zonca e la sua bottega. La vita, le opere, gli allievi (2007); Angelo Virgilio Vavassori, arte e devozione nell’opera di uno scultore del Novecento (2014).